Banco Farmaceutico


Dal sito di Banco Farmaceutico, leggiamo.

Dal 2000 ogni anno, il secondo sabato di febbraio, in tutta Italia, migliaia di volontari di Banco Farmaceutico sono presenti nelle oltre 3.600 farmacie aderenti, e invitano i cittadini a donare farmaci per gli Enti assistenziali della propria città: è la GRF – Giornata Nazionale di Raccolta del Farmaco. Ogni Ente viene convenzionato ad una o più farmacie in cui sono raccolti esclusivamente farmaci senza obbligo di prescrizione.

In 17 anni la Giornata di Raccolta del Farmaco ha raccolto oltre 4.500.000 farmaci, per un controvalore commerciale di circa 26 milioni di euro. L’ultima edizione, che ha avuto luogo l’11 febbraio 2017, ha visto il coinvolgimento di 3.851 farmacie e oltre 14.000 volontari; dei farmaci raccolti hanno beneficiato oltre 578.000 persone assistite dai 1.721 Enti convenzionati con Banco Farmaceutico.

Banco Farmaceutico: carità in opera contro la povertà sanitaria.

CENTRALITA’ DELLA PERSONA
Banco Farmaceutico accoglie ogni persona nella sua interezza non considerandola unicamente per il suo bisogno immediato.
Un gesto concreto come la donazione di un farmaco diventa così occasione di una condivisione profonda che investe ogni aspetto della vita.

EDUCAZIONE
Farmacisti, volontari, aziende, cittadini donano liberamente a Banco Farmaceutico parte delle proprie risorse e del proprio tempo per condividere le necessità dei più bisognosi. Così facendo vengono educati a vivere la gratuità come dimensione della propria vita.

SUSSIDIARIETA’
Banco Farmaceutico agisce attraverso la collaborazione con le diverse realtà presenti sul territorio che operano in prima linea nell’assistenza agli indigenti, valorizzando le risorse, le capacità e le specificità di ciascuno.

PROFESSIONALITA’
Banco Farmaceutico opera con elevati standard professionali per il trattamento dei farmaci, garantendo sempre l’integrità dei farmaci e fare in modo che ogni persona riceva la più alta qualità di cura farmacologica possibile.